Tecniche costruttive

Cappotto esterno in pannelli eps o stirodur

Il capotto esterno è composto da pannelli in polistirolo tipo EPS spessore 10/12 cm.
Dopo la posa del primo corso in blocchi, viene posato il pannello in polistirolo distribuendo il collante su tutta la fascia perimetrale del pannello e su un punto centrale verificando che quest’ultimo sia in bolla verticalmente alla parete e che i giunti tra i vari pannelli siano inferiore ai 2 mm altrimenti si procede ad inserire delle fettucce di isolante.
La seconda fase è costituita dall’esecuzione di fori per l’inserimento dei tasselli per il fissaggio dei pannelli alle pareti procedendo successivamente alla stesura della rasatura in corrispondenza degli spigoli, predisponendo in seguito il profilo paraspigolo con rete, che viene successivamente coperto con la rasatura.

Viene poi passata la prima mano di rasatura sul cappotto con la messa in opera della rete di armatura sulla quale sarà poi applicata la seconda mano di rasatura con l’annegamento completo della rete nella quale di applicano anche dei rinforzi in corrispondenza degli spigoli delle finestre. Una volta asciugata la rasatura si applica un primer e successivamente la pittura di finitura.

Contropareti e pareti divisorie in cartongesso

La controparete è costituita da una struttura metallica orizzontale in profili guida a forma di “U”, in acciaio zincato, bloccata al solaio e al pavimento con idonei fissaggi ed opportuna guarnizione di scollegamento e da profili a forma di “C” in acciaio zincato inseriti nelle guide ad “U” ad interasse di 60 cm e bloccati alla parete attraverso speciali staffe ad “L” di larghezza 50 cm.

Le intercapedini sono riempite con lana di roccia con uno spessore di 50 mm e densità 75 kg/mc. Il tutto viene poi rivestito da due lastre in cartongesso, ciascuna di spessore 12,5 mm, fissate alla struttura metallica con delle viti autofilettanti e con la parte cartonata in vista. Le guarnizioni tra le lastre sono trattate con una mano di stucco coprifuga e con rete autoadesiva rendendo la superficie pronta per la tinteggiatura in doppia mano.